Articoli e Notizie

UN PUNTO IMPORTANTE

24/02/2021



image

UN PUNTO IMPORTANTE
Non torna da Breno con la terza vittoria consecutiva, ma raccoglie comunque un punto importante che gli consente di proseguire la striscia positiva e muovere la classifica il Guerriero. Sul difficile campo bresciano, i ragazzi di mister Ciceri subiscono il gol dell’1-1, poi decisivo ai fini del risultato finale, nel momento in cui stava soffrendo di meno. La conclusione di Goglino però non lascia scampo a Cizza, beffando così un Fanfulla che stava difendendo con i denti la rete di vantaggio.
Dopo lo stop forzato di domenica, il Guerriero torna in campo 10 giorno dopo la vittoria con la Tritium con gli stessi undici. Davanti a Cizza quindi confermato sull’out di destra Brognoli, con Fabiani e Pascali centrali e Spaneshi a sinistra. A centrocampo agli interni Bertelli e Palmieri si aggiunge Guerrini in cabina di regia, mentre in attacco a comporre il terzetto insieme a Lillo e De Angelis c’è Mouddou. Prosegue con il 4-3-1-2 il Breno. In porta c’è l’under Tota, con Pelamatti a fare da spalla a Triglia in attacco e Melchiori a supporto.

LA PARTITA
Pronti via e i padroni di casa protestano veemente per un contatto tra Fabiani e Triglia, ma il direttore di gara Castellano lascia correre. I primi minuti del match scorrono sui binari della tranquillità, con il Breno che cerca di impostare da dietro sfruttando poi il lancio in profondità dei centrali Tagliani e Brancato. La prima occasione però è di marca bianconera. Spaneshi arriva sul fondo e mette al centro per l’accorrente Bertelli. Il centrocampista del Guerriero opta per il controcross su cui si avventa Palmieri: la conclusione del numero 10 rimbalza e termina di poco alta sopra la traversa. Bertelli che è fondamentale poi alcuni minuti dopo nell’altra metacampo, quando in scivolata chiude su Lordkipanidze a tu per tu con Cizza. Passano 120” ed è proprio il portiere bianconero a superarsi, chiudendo con il corpo il tiro di Melchiori da posizione favorevole. La partita vive di momenti, si rimane fermi anche per diversi minuti per un taglio a Tota, con il Guerriero che sfonda soprattutto per linee centrali, mentre il Breno punta soprattutto sulle discese di Ndiour e i guizzi dei due attaccanti. Al 30’ uno dei momenti decisivi della partita, con Bertelli che accusa un problema fisico: mister Ciceri decide quindi di effettuare due cambi, inserendo Serbouti e Laribi (ad uscire è anche Fabiani). La partita sembra volgere a favore proprio del Fanfulla, che al 37’ ha una doppia occasione d’oro. Cross di Lillo, sulla sfera si avventa Mouddou, il cui tocco viene deviato quel tanto che basta da Tota per farlo terminare sulla traversa. Sulla respinta arriva Laribi, ma la ribattuta viene murata dalla difesa bresciana sulla linea. È solo l’antipasto però al vantaggio che arriva al 46’. Pelamatti calcia, Cizza respinge e sul proseguo dell’azione blocca la sfera cercando subito De Angelis. Il numero 9 del Guerriero gestisce meravigliosamente la sfera da solo contro tre difensori, recupera una sua conclusione murata e mette al centro per l’accorrente Laribi che di sinistro infila nell’angolino lontano. Il recupero è lungo, 6’ in tutto, e al 51’ De Angelis fa ancora tutto da solo. Anche cercare la porta, ma il tiro termina a pochi centimetri dall’incrocio.
Ripresa che parte con due cambi per il Breno, con Serio che prende il posto di Tota e soprattutto Goglino che si piazza alle spalle di Triglia. Padroni di casa che passano quindi al 4-2-3-1. Se si escludono però un paio di traversoni di Molteni, il nuovo sistema di gioco sembra non sortire troppo effetto. Anzi, è il Fanfulla che cerca la via del gol, ma Mouddou viene anticipato sulla sponda aerea di Serbouti. Ma proprio un altro traversone dalla destra camuna frutta il gol del pari. Ancora Molteni, Brognoli che di testa respinge, con l’accorrente Goglino che trova l’angolino basso, con la sfera che passa anche tra le gambe di Pascali. Gol che cerca di riaccendere le speranze di un Breno che vuole la vittoria. Al 35’ Pascali è fondamentale su Tanghetti a tu per tu con Cizza, mentre quest’ultimo respinge la conclusione di Triglia da posizione defilata. Fanfulla invece che in fase offensiva si appoggia soprattutto alle incursioni di Qeros e allo spazio abbondante lasciato sulla sinistra, dove a proporsi è Bernardini con Lillo e Palmieri. Nessuna delle due formazioni riesce però ad andare nuovamente in gol concretizzando il possesso di palla, con il risultato che rimane quindi fermo sull’1-1. Che non è poi sicuramente un punto da gettare.

BRENO-FANFULLA 1-1

Marcatori: 46’ pt Laribi, 22’ st Goglino

BRENO (4-3-1-2): Tota (1’ st Serio); Sorteni, Brancato, Tagliani, Ndiour; Boldini (1’ st Goglino), Sampietro, Lordkipanidze (31’ st Tanghetti); Melchiori (26’ st Mondini); Pelamatti, Triglia. A disp. Braidich, Trovadini, Manzoni, Nolaschi, Galati. All. Tacchinardi
FANFULLA (4-3-3): Cizza; Brognoli (25’ st Qeros), Pascali, Fabiani (30’ pt Laribi), Spaneshi; Bertelli (30’ pt Serbouti), Guerrini, Palmieri; Mouddoun (25’ st Bernardini D.), De Angelis, Lillo. A disp. Carriello, Agnelli, Agyemang, Sanogo. All. Ciceri
Arbitro: Castellano (Nichelino)
Assistenti: Russo-Caldarola (Nichelino-Asti)
Note: ammoniti Sampietro; angoli 3-1; recupero 6’+2’

GLI ALTRI RISULTATI DEL GIRONE B:
Brusaporto-NibionnOggiono 2-4
Desenzano Calvina-Sporting Franciacorta 2-1
Caravaggio-Sona 2-2
Crema-Vis Nova Giussano 3-1
Seregno-Virtus Ciserano Bergamo 1-3
Tritium-Ponte San Pietro 2-2
Villa Valle-Casatese 2-3
Real Calepina-Scanzorosciate (rinviata)
#forzavecchiocuorebianconero