Articoli e Notizie

UNDICI METRI PER TRE PUNTI

14/03/2021



image

UNDICI METRI PER TRE PUNTI
Un rigore toglie ma un rigore dà al Fanfulla. Dopo i 3 punti scivolati via una settimana fa per via di un tiro dal dischetto, il Guerriero oggi coglie la prima vittoria del girone di ritorno proprio grazie ad un penalty. Ma non è solo il gol di Brognoli a rendere più dolce l’affermazione odierna. Perché i bianconeri, fatto salvo una grande parata di Cizza ad inizio ripresa, mai hanno sofferto un Real Calepina che solo negli ultimi 20’ ha cercato con insistenza il gol senza però mai dare troppi pensieri alla porta lodigiana.
E quasi inosservata è passata l’assenza di tre giocatori di grande importanza nelle rotazioni di mister Ciceri (a sua volta ancora costretto a guidare i suoi fuori dal recinto di gioco): recuperato Guerrini per la panchina, a mancare sono infatti Bertelli, Serbouti e Baggi. Il tecnico lodigiano cambia nell’undici iniziale proprio lo stretto necessario inserendo Agnelli, esordio dal 1’, come esterno basso a destra, Fabiani in coppia con Pascali e Brognoli a centrocampo a completare il reparto composto da Laribi e Palmieri. Tutto invariato invece in attacco con De Angelis fiancheggiato da Qeros e Cirigliano. Difesa a quattro anche per Carminati con Bosio in attacco appoggiato dalla coppia Colonetti-Manenti.

LA PARTITA
Pronti via e proprio Manenti è costretto a lasciare il campo. Nessun contrasto con Fabiani per il numero 4 che finisce a terra toccandosi il ginocchio e venendo portato negli spogliatoi in barella. Venendo invece a quanto accade in campo, le fasi iniziali sorridono di certo al Fanfulla. Ma bisogna aspettare il 18’ per assistere al primo sussulto: palla messa al centro da Palmieri, Paris sfiora solamente mettendo fuori tempo Brognoli che tocca di coscia rendendosi inoffensivo a Gherardi. Passano 120” è l’occasione è ancora più ghiotta. Affondo sulla destra del positivo Agnelli, palla scodellata al centro per De Angelis che si stacca bene dalla marcatura, ma il colpo di testa termina tra le mani del portiere ospite. Il Real Calepina invece soffre e mai punge. I bergamaschi sono infatti tutti nelle conclusioni di Okyere e Bosio che terminano larghissime. Fanfulla in costante proiezione offensiva invece e al 35’ l’occasione è doppia. Tiro di Cirigliano rimpallato, De Angelis in area si gira bene ma trova i piedi di Gherardi. Sulla ribattuta si avventa Brognoli, ma Messali in scivolata si immola e salva il risultato. Al 40’ però il risultato cambia. Qeros sul fondo si fa beffe di Paris che da dietro lo stende. Non c’è dubbio sul calcio di rigore che capitan Brognoli trasforma con un brivido. 
Primo tempo ben giocato da un Guerriero che entra in campo nuovamente con lo spirito giusto. Tra il 4’ ed il 7’ sono almeno tre le occasioni, ma Gherardi e la mancata presenza di un compagno sul tiro cross di Laribi non permettono di chiudere il risultato. E così, come con il Villa Valle, all’11’ gli ospiti hanno la possibilità di pareggiare, ma questa volta Cizza è super a tu per tu con Bosio chiudendogli lo specchio. Fanfulla che per cercare di bloccare la costruzione di gioco del Real Calepina, che passa sempre dai piedi di Esposito, passa al 4-2-3-1 con l’ingresso di Anastasia che porta Qeros ad accentrarsi. Dal 16’ al 20’ almeno è forcing bianconero, con gli ospiti che non riescono mai ad uscire dai loro 20 metri finali. Pascali, Laribi, Brognoli e lo stesso Qeros provano conclusioni su conclusioni trovando però sempre la pronta opposizione di Gherardi o della difesa. Al 30’ con l’ingresso di Giangaspero, che porta fisicità, i bergamaschi sembrano risvegliarsi, ma la punizione di Esposito e un’incursione di Lussignoli chiusa ottimamente da Pascali non creano quei brividi necessari alla dirigenza del Guerriero in tribuna. Il finale vive di stallo a centrocampo, con il Fanfulla che fa ottimamente filtro e guadagna punizioni importanti. De Angelis, prima di essere sostituito da Lillo, conquista falli fondamentali che permettono di rifiatare, mentre il duo Laribi-Brognoli è sempre attento coadiuvato sulle palle alte da Pascali e Fabiani. Tre punti sicuramente importanti e che vanno a ribadire ai malpensanti che il Fanfulla c’è.

FANFULLA-REAL CALEPINA 1-0

Marcatori: 41’ pt (rig.) Brognoli

FANFULLA (4-3-3): Cizza; Agnelli, Fabiani, Pascali, Bernardini D.; Brognoli, Laribi, Palmieri (9’ st Anastasia); Qeros, De Angelis (41’ st Lillo), Cirigliano. A disp. Carriello, Baggi F., Spaneshi, Negri, Guerrini, Agyemang, Mouddou. All. Sesto
REAL CALEPINA (4-3-2-1): Gherardi, Fini (20’ st Valois), Piacentini, Paris, Messali (41’ st Locatelli); Lussignoli, Esposito, Chiossi; Manenti (9’pt Okyere), Colonetti; Bosio (20’ st Giangaspero). A disp. Rossi, Cerri, Lancini, Lanza, Villa. All. Carminati

Arbitro: Di Mario (Ciampino)
Assistenti: Cecchi-Salvatori (Roma1-Tivoli)

Note: ammoniti Anastasia, Lussignoli, Chiossi; angoli 8-1; recupero 2’+4’

GLI ALTRI RISULTATI DEL GIRONE B:
Vis Nova Giussano-Breno 1-2
#forzavecchiocuorebianconero