Articoli e Notizie

PORTA SBARRATA

29/04/2021



image

PORTA SBARRATA
Miglior difesa del girone con soli 24 gol subiti in 28 partite disputate, di cui ben 13 senza aver incassato alcuna rete. Per il Fanfulla gran parte del secondo posto attuale si costruisce proprio da dietro: non solo in fase d’impostazione nel gioco, come siamo abituati a vedere in ogni partita, ma proprio perché la solidità difensiva permette spesso di siglare “quel gol in più” degli avversari utile a portare a casa i 3 punti. E tra i protagonisti di questa tenuta c’è Edoardo Cizza. Alla sua seconda stagione in maglia bianconera, il 23enne portiere si sta nuovamente confermando come uno dei più forti nel suo ruolo in categoria. Diversi gli interventi importanti e che hanno strappato applausi non solo tra tifosi ed addetti ai lavori del Guerriero, ma anche dagli avversari come, ultimo in ordine di tempo, quello della trasferta sul campo della Virtus Ciserano Bergamo sul colpo di testa di Haoufadi al 40’ della ripresa. Un gol che avrebbe consentito ai padroni di casa di giocare gli ultimi 10’ in superiorità numerica e con un solo gol da recuperare. Decisivo però appunto Cizza che ha tolto la sfera dal palo lontano mettendo in corner.
Nelle 8 vittorie consecutive proprio questa compattezza è stato il marchio di fabbrica del Guerriero, in 6 occasioni uscito dal campo con la rete intonsa. 

“Sicuramente la solidità difensiva che abbiamo trovato nel girone di ritorno ci sta aiutando a compiere questo cammino importante. È frutto della determinazione che mettiamo in ogni allenamento nei lavori difensivi specifici e della voglia, a partire dagli attaccanti, di subire il meno possibile”.

In questa lunga striscia ancora aperta, decisivo è stato l’apporto di tutti, di ogni singolo componente della rosa. Tra infortuni e squalifiche, mister Ciceri spesso ha dovuto modificare l’undici iniziale e anche sistema di gioco. In campo però nulla è cambiato a livello di risultati.

“La consapevolezza di essere importanti per la squadra è stata fondamentale. Chiunque sia sceso in campo, sentiva la fiducia dei compagni ed era quindi messo nelle migliori condizioni per fare bene e fare la propria parte per raggiungere l’obiettivo comune”.

Innegabile che lo stop alla gara di domenica con il NibionnOggiono non sia piacevole per chiunque, dallo staff ai giocatori. Importante sarà rimanere comunque concentrati per non avere ricadute quando si tornerà a disputare un match ufficiale. 

“Penso che se vogliamo raggiungere traguardi importanti, questa sosta non deve condizionarci in alcun modo. La nostra forza mentale e il nostro gruppo coeso devono servire per farci trovare pronti al prossimo match”.

Il Guerriero ora si trova a -6, al secondo posto in solitaria e con ancora 6 gare da disputare da qui al 6 giugno. Sembrano lontani i tempi in cui in molti mettevano in dubbio la permanenza in categoria addirittura. Ora tanti, anche gli stessi scettici, sognano un aggancio alla vetta. Sarà così anche per Cizza?

“Sognavamo quando eravamo più vicini ai playout che ai playoff, figuriamoci se smettiamo di crederci ora! Sappiamo che 6 punti in altrettante partite sono difficili da recuperare, a maggior ragione ad una squadra come il Seregno, ma la nostra voglia di fare bene deve spingerci ancora oltre a questa difficoltà”.
#forzavecchiocuorebianconero