Articoli e Notizie

PER MANTENERE IL PASSO

11/05/2021



image

PER MANTENERE IL PASSO
Tempo di recupero e “di mettersi in pari” per il Fanfulla. Domani alle 16 per il Guerriero è infatti giunto il momento di portarsi a 30 partite giocate affrontando alla Dossenina il NibionnOggiono. Partita di cartello doveva essere due settimane fa prima dello stop e partita di cartello sarà domani, quando sul campo di viale Pavia giungerà la formazione lecchese, al momento sesta in classifica ma a -1 dalla coppia Crema-Desenzano Calvina e -2 dalla Casatese. Saranno 90’ quindi tutti da seguire quindi, con il Fanfulla alla ricerca della decima vittoria consecutiva, record di tutti i tempi superato dopo quello eguagliato di domenica a Vis Nova Giussano.
NibionnOggiono che è però una delle avversarie più complicate del lotto da affrontare. Ormai sono tre le partite in cui la porta di Guarino è inviolata visti, in ordine di tempo, l’1-0 allo Scanzorosciate, lo 0-0 con il Seregno e il 3-0 rifilato sabato al Villa Valle. Girone di ritorno che ha visto la formazione di mister Commisso rimanere stabilmente nelle posizioni medio alte della graduatoria grazie alle sole 3 sconfitte giunte con Sporting Franciacorta, 2-0, Breno, 3-1, e Real Calepina, 1-0, l’ultima a trionfare prima appunto della striscia positiva citata poco sopra, a cui si aggiungono anche le vittorie con Brusaporto, 4-2, Tritium, 3-1, Casatese, 1-0, e Virtus Ciserano Bergamo, 2-0. I pareggi invece sono arrivati con Crema, 0-0 e Caravaggio, 2-2. Risultati positivi che si vanno ad aggiungere ai già tanti racimolati nel girone d’andata, quando 3 delle 4 sconfitte erano arrivate nelle ultime 5. Le vittorie erano state importanti, sia nel risultato che negli scalpi, come quella per 4-2 sul campo del Seregno. Una squadra quel lecchese che non è cambiata molto a livello di giocatori con il mercato invernale. In entrata infatti si registrano gli arrivi di Losa, l’ex bianconero Lillo e Lapadula, a sua volta già lontano però da Oggiono visto il passaggio al Villa Valle. Oltre al fratello dell’ex Milan hanno lasciato capitan Premoli e compagni anche Giugno, Iori, Albini, Kouadio, Solati e Cargiolli. Cambiano gli uomini ma non il sistema di gioco, con un’alternanza tra 4-2-3-1 e 3-5-2 in cui uomini importanti sono proprio Premoli e un altro ex Fanfulla, Barzotti, miglior marcatore insieme a Tremolada con 8 reti, tre in più di Fall, l’ennesimo giocatore con un passato Guerriero, ora ai box per infortunio, e Cargiolli. A 4 Iori, a 2 Citterio e Jamal Idrissi, mentre a 1 Boni, Calmi, Fognini, Lillo. 

Per il Fanfulla come detto è tempo di dare l’ennesima dimostrazione del valore già palesato in più e più occasioni durante la stagione, in particolare negli ultimi due mesi in cui è passata da formazione per molti da metà classifica a prima antagonista del Seregno. I calcoli su playoff, vetta e record però domani rimarranno fuori dal campo, l’importante saranno solamente i 3 punti per dare una spinta importante anche allo stesso NibionnOggiono.

Classifica: Seregno 61; Fanfulla* 55; Casatese 50; Desenzano Calvina e Crema 49; NibionnOggiono* 48; Brusaporto* 42; Breno e Sona 41; Virtus Ciserano Bergamo* 40; Real Calepina 38; Ponte San Pietro e Sporting Franciacorta* 37; Villa Valle* 34; Vis Nova Giussano 32; Caravaggio 29; Tritium**** 26; Scanzorosciate 23
*una partita in meno
****quattro partite in meno