Articoli e Notizie

IL GUERRIERO SI PRESENTA

01/08/2018



image

 

Primo allenamento ma anche primo incontro ufficiale con autorità e tifosi ieri per i giocatori del Fanfulla. Terminata la seduta delle 16.30 infatti alla Pergola di San Martino in Strada i Guerrieri bianconeri hanno partecipato, insieme a tutto lo staff tecnico e alla società, alla presentazione ufficiale della stagione 2018-2019. A presentare la serata il giornalista Luca Mallamaci. <<Per me è un grande onore presentare una società storica come il Fanfulla>> ha commentato proprio Mallamaci che nel corso della kermesse, evento utile anche a presentare il merchandising e le due maglie da gioco ufficiali firmate Errea, ha dato la parola alle principali figure societarie e istituzionali intervenute. <<Non posso che ringraziare chi è venuto stasera: un anno fa ci trovammo qui con un progetto che era quasi una scommessa, rivelatasi poi vincente. Ringrazio anche chi ha sempre creduto in noi, noi che nel nostro piccolo stiamo facendo il massimo per portare in alto il Fanfulla>> ha spiegato il presidente Luigi Barbati, ritornato poi sul cambio di nome della società. <<Quando arrivai a Lodi tre anni fa avevo promesso di riportare il nome originale e così è stato>>. A rappresentare l’amministrazione comunale era presente il vicesindaco, e assessore allo Sport, Lorenzo Maggi che ha subito rimarcato come Barbati nel suo intervento abbia precisato che l’obiettivo è <<quello di salire categorie. Quindi più di una quindi presidente>>. Maggi ha voluto però ricordare anche l’importanza di avere una dirigenza <<che fa tutto in modo disinteressato, senza pensare al guadagno. Assicuro che è molto difficile trovare persone di questo tipo ora>>. Dirigenza, istituzioni, ma anche i giocatori hanno avuto il loro momento venendo chiamati uno ad uno sul palco dal direttore sportivo Vito Cera e dalla madrina della serata Eliana Cartella. <<Ringrazio tutti, da Barbati a Gandini ed Invernizzi per avermi voluto. Ringrazio anche i giocatori che hanno accettato la nostra proposta e che credono fortemente nel progetto>> ha ricordato Cera prima di posare per la classica foto di gruppo con tutto il mondo bianconero. C’è chi in società i colori bianconeri li ha vestiti anche da giocatore come il direttore tecnico Virginio Gandini e il mister Andrea Ciceri. <<Sappiamo cosa vuol dire essere dei Guerrieri, ne conosciamo a pieno il significato e vogliamo che chi oggi veste questa maglia lo sappia e lo dimostri>> ha ribadito Gandini, mentre Ciceri ha ricordato che <<è un onore essere l’allenatore della squadra della mia città e per cui ho giocato per tanti anni. Sarà un campionato difficilissimo, ci saranno momenti complicati da cui bisognerà uscire con forza ed unione. Come farò giocare la squadra? Per vincere. Voglio ringraziare di cuore tutti coloro che si sono impegnati per far rinascere questa gloriosa società>>. Quest’ultimo pensiero è stato ribadito anche dal presidente della BCC, l’avvocato Serafino Bassanetti, main sponsor del Guerriero per il secondo anno consecutivo. <<Senza Barbati e Invernizzi il Fanfulla non esisterebbe>> ha commentato senza troppi giri di parole lasciando poi  il microfono proprio al direttore generale Invernizzi. <<I meriti non sono solo nostri, ma anche di quelle aziende e quelle imprese che hanno deciso di affiancarci. Sono convinto che la scelta di affidare a Cera il ruolo di direttore sportivo sia vincente e per me la salvezza è il traguardo che raggiungeremo>>. Invernizzi ha voluto poi ricordare anche il ruolo importante del settore giovanile che sta rifiorendo. <<Quando retrocedemmo due anni fa molti ragazzi decisero di andare in altre società, ora che hanno capito il nostro progetto sono in molti a voler tornare al Fanfulla: questa è una di quelle cose che ci soddisfa e non poco>>. Entusiasmo alle stelle quindi per questa nuova stagione del Fanfulla, con gli Ultimi Guerrieri, ringraziati da Ciceri per il supporto costante nel campionato scorso in ogni condizione climatica e anche nei campi più lontani, che hanno intonato cori e acceso anche un fumogeno al termine della kermesse.