Articoli e Notizie

VISITA AL PALAZZO VESCOVILE

27/09/2018



image

IL FANFULLA IN VISTA AL PALAZZO VESCOVILE
Non solo campo per il Guerriero. Nel tardo pomeriggio di oggi infatti la prima squadra del Fanfulla è stata ricevuta nei giardini del Palazzo Vescovile dal Vescovo, Sua Eccellenza Maurizio Malvestiti. Un’ora circa di colloquio, in veste amichevole come accaduto lo scorso anno, a cui ha presenziato anche il presidente della BCC, l’avvocato Serafino Bassanetti. Si è parlato di calcio, con Malvestiti omaggiato con una maglia personalizzata e un pallone firmato da tutti i giocatori, ma anche del ruolo che i giocatori dovranno tenere in campo, non solo per quanto riguarda la posizione ma anche per quanto concerne l’atteggiamento da tenere nei confronti degli altri. <<Non dovete mai e poi ma svendere la vostra coscienza – ha ammonito il Vescovo -. Chi vi segue vi prende infatti da esempio e se voi vi comportate malamente in campo date un cattivo viatico a chi vi vede come un modello. Ricordatevi poi di stringere sempre i denti, perché nella vita non si va da nessuna parte senza dare il massimo>>. Malvestiti che ha poi chiuso l’incontro con una frase di papa Paolo VI. << Lo sport è un simbolo d'una realtà spirituale che costituisce la trama nascosta, ma essenziale, della nostra vita>>. Bassenetti che invece ha voluto elogiare ancora la squadra e il presidente Barbati per la scelta fatta di ritornare alla denominazione Fanfulla. <<Vi ammiro tantissimo – ha infatti ricordato -. Lo scorso anno avete fatto qualcosa di meraviglioso e so che in questa stagione potrete fare ancora bene raggiungendo i vostri obiettivi. Non smetterò poi di dire che il presidente Barbati ha avuto molto coraggio nel togliere Cavenago. Saremo sempre al vostro fianco>>. <<Per noi è un onore essere qui – ha ammesso invece proprio Barbati -. Siamo riconosciuti ormai come una società ed un ambiente che lavora bene con serietà. Le soddisfazioni che abbiamo raggiunto sono date dall’impegno che stiamo mettendo in tutto ciò che facciamo>>. Non poteva mancare all’incontro poi la guida spirituale del Guerriero, don Peppino Bertoglio. <<Quando vedo gli allenamenti ringiovanisco e sono pieno di gioia perché vedo tanta amicizia, tanta voglia di stare insieme e rimanere uniti>> ha ricordato sorridente. <<Il Fanfulla è la mia vita, così come lo sport è uno spaccato di vita importantissimo. Oggi ho sentito davvero delle bellissime parole>> ha chiosato invece mister Ciceri.