Articoli e Notizie

DOMENICA DIFFICILE

28/04/2019



image

DOMENICA DIFFICILE
Poca concretezza negli ultimi venti metri, Reggio Audace compatto e pungente e dieci minuti da incubo sul finire del primo tempo: si può riassumere così la partita di oggi del Fanfulla al Mapei Stadium. Il finale recita 4-0 a favore della Reggio Audace, formazione che il Guerriero potrebbe incontrare nuovamente tra due settimane nella semifinale playoff. Quella di oggi è stata sicuramente una partita negativa nonostante i bianconeri abbiano provato a riaprire ad inizio ripresa le ostilità dopo i tre gol subiti in dieci minuti: quanto fatto però nella metacampo degli emiliani da parte del Fanfulla è stato troppo poco, con l’estremo difensore di casa Rossi mai particolarmente sollecitato se non con conclusioni dalla distanza. Rispetto alla vittoriosa partita del giovedì prepasquale con l’Axys Zola, mister Ciceri effettua qualche cambio nell’undici iniziale: in porta c’è Boari, mentre in difesa ad affiancare Patrini al centro c’è il rientrante Premoli, con Aprile a destra e De Stefano a sinistra. A centrocampo tra Laribi e Brognoli a costruire gioco c’è Palmieri, mentre in attacco sugli esterni ci sono gli under Galazzi e Radaelli con Pezzi come terminale offensivo centrale. Reggio Audace che risponde invece con il classico 4-3-1-2 di mister Antonioli con tanti giovani sin dal 1’, mentre l’attacco è affidato ai soliti Ponsat-Zamparo. Nei primi 20’ la partita si gioca soprattutto a centrocampo e con ritmi non proprio altissimi: il Fanfulla ci prova con Brognoli due volte, conclusioni entrambe alte, e con Laribi, a lato, mentre la Reggio Audace punta tutto sulle verticalizzazioni verso i due attaccanti liberi poi a loro volta di creare la porta con l’appoggio delle due mezzali e del classe 2002 Sanat che funge da trequartista. Ne esce una partita inizialmente soprattutto di studio, con il Fanfulla che in mezzo al campo gioca bene nello stretto senza però trovare il guizzo giusto poi negli ultimi metri, vedendosi così sempre costretto a calciare dalla distanza. Al 30’ arriva il vantaggio della Reggio Audace al primo vero tiro dei padroni di casa. Sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra, la palla respinta al limite dell’area viene raccolta da Pastore che apre bene il piatto e mette la palla sul palo lontano dove Boari non può arrivare. Qui la diga bianconera sembra rompersi: nel giro di dieci minuti infatti gli emiliani vanno vicini due volte al raddoppio con Zamparo, bravo Boari prima e palla che esce di poco poi, centrando il bersaglio poi al 39’ con Sanat che mette a sedere il numero uno del Guerriero e calcia di potenza in rete. Al 43’ ecco il 3-0 con Zamparo che da due passi mette in rete la corta respinta di Boari sul colpo di testa di Ponsat. Un primo tempo dai due volti quindi quello del Fanfulla: fino al 25’ buona costruzione di gioco senza però finalizzazioni, il frangente più importante, dal 30’ invece buio totale. Nella ripresa mister Ciceri cerca di dare quella spinta in più inserendo Barzotti, Rossi, Zanoni e Diana nei primi 13’: sembra di assistere però al primo tempo, con solo il campo invertito con il Fanfulla che non riesce a trovare l’ultimo passaggio utile per entrare in area e la Reggio Audace che invece dal 25’ ricomincia a premere, trovando il timbro del 4-0 al 36’ con Ponsat, anche se il numero 11 emiliano deve ringraziare Cavagna per il lancio millimetrico di quaranta metri che gli permette di concretizzare al meglio la ripartenza veloce sugli sviluppi di un corner in favore del Guerriero. Fanfulla che esce quindi dal Mapei Stadium con una pesante sconfitta da analizzare: il quarto posto è ancora a tinte bianconere, basta un punto domenica alla Dossenina con il Ciliverghe per avere la matematica certezza di incontrare ancora la Reggio Audace tra due settimane. Ancora al Mapei Stadium, sperando però in un altro copione e con il Fanfulla protagonista. 

REGGIO AUDACE-FANFULLA 4-0

Marcatori: 30’ pt Pastore, 39’ Sanat, 43’ Zamparo, 36’ st Ponsat

REGGIO AUDACE (4-3-1-2): Rossi; Piccinini (38’ st Gianferrari), Palmiero, Cicagna, Cozzolino; Cozzari (1’ st Muro), Cavagna, Pastore (28’ st Bran); Sanat (44’ st Rizzi); Ponsat, Zamparo (34’ st Bardeggia). A disp. Venturelli, Dammacco, Talarico, Fiorentino. All. Antonioli
FANFULLA (4-3-3): Boari; Aprile, Premoli (13’ st Zanoni), Patrini, De Stefano (13’ st Diana); Laribi, Palmieri (7’ st Rossi), Brognoli; Galazzi, Pezzi (7’ st Barzotti), Radaelli (31’ st Cappato). A disp. Colnaghi, Arodi, Reali, Santonocito. All. Ciceri

Arbitro: Porcheddu (Ostiano)
Assistenti: Meloni-Mari (Ostia-Mari)

Note: angoli 3-4; ammoniti Cavagna, Cozzolino, Bran (RA), Patrini, Premoli, Laribi (F); possesso palla 46%-54%; recupero 0’+5’

Gli altri risultati del girone D: 
Axys Zola-Classe 1-0
Ciliverghe-Crema 1-1
Lentigione-Sasso Marconi 1-2
Mezzolara-Pavia 1-2
OltrepoVoghera-Fiorenzuola 0-2
Pergolettese-Modena 1-2
San Marino-Adrense 1-2
Vigor Carpaneto-Calvina 0-0

Classifica: Modena e Pergolettese 70; Reggio Audace 66; Fanfulla 56; Fiorenzuola 53; Crema 49: Vigor Carpaneto 46; Adrense 44; Ciliverghe 40; Lentigione 39; Axys Zola 39; Calvina 36; Pavia 35; Sasso Marconi 34; San Marino 31; Classe 29; OltrepoVoghera 22