Articoli e Notizie

IL FANFULLA IN VISITA ALLA CASA CIRCONDARIALE

08/05/2019



image

IL FANFULLA IN VISITA ALLA CASA CIRCONDARIALE
Mattinata lontana dal campo per il Fanfulla, anche se il pallone poi è tornato ad essere protagonista ad un certo punto della giornata. Una delegazione di giocatori e staff infatti ha visitato la casa circondariale di Lodi: due ore circa di visita a cui hanno partecipato anche il vicesindaco di Lodi, Lorenzo Maggi, e don Peppino Bertoglio, storica guida spirituale del Guerriero. I bianconeri, guidati dalla direttrice Caterina Zurlo, hanno visitato il carcere per poi disputare un minitorneo cinque contro cinque con alcuni dei detenuti. Un momento che ha sicuramente lasciato il segno nei giocatori del Fanfulla particolarmente emozionati per questa nuova iniziativa. Guerriero che non si è presentato a mani vuote però: 90 magliette e palloni sono stati donati al carcere e ai detenuti, mentre alla direttrice Zurlo, che durante il rinfresco nell’aula magna ha espresso la propria felicità per la visita del Fanfulla ricordando che è qualcosa che non accade di certo molto spesso da parte di tutte le realtà del territorio, è stato consegnato un gagliardetto e una maglia ufficiale autografata da tutti i membri della rosa. <<È la prima volta che il Fanfulla visita il carcere della città – ricorda il direttore sportivo Vito Cera -. Per me, e anche per tutti i ragazzi, è stata sicuramente un’esperienza molto bella e toccante. Ho notato con piacere che tutti si sono divertiti ed era proprio questo il mio intento. I detenuti, felicissimi della mattinata passata insieme, ci hanno raccontato che seguono con interesse la squadra guardando i risultati ottenuti durante il campionato. Ringrazio anche la UISP per il supporto nell’organizzazione>>.