Articoli e Notizie

ALLA DOSSENINA CON UNA CLASSICA

17/10/2020



image

ALLA DOSSENINA CON UNA CLASSICA
Manca già da alcuni anni Fanfulla-Seregno, e gli ultimi appuntamenti sono stati tutt’altro che fortunati per il Guerriero, ma il match di domani non può non essere considerata una classica del calcio lombardo. 
In un fine settimana ancor più distorto calcisticamente rispetto agli ultimi vissuti, con l’interruzione dell’attività a livello regionale giunta nella notte di tra venerdì e sabato, gli occhi sono tutti sull’incontro interno del Fanfulla (anche se senza dubbio lo sarebbero stati lo stesso). Perché tanti sono gli spunti d’interesse per la partita di domani. In primis, l’aspetto maggiormente di cuore per tutti i tifosi e giocatori bianconeri, è il ritorno alla Dossenina, nella prima partita dal 16 febbraio scorso, esattamente 8 mesi e 2 giorni dopo Fanfulla-Mezzolara. Poi è di sicuro interesse l’avversario, quel Seregno allenato da una vecchia conoscenza come Arnaldo Franzini indicato già ad agosto come favorito alla promozione. Ancor prima di sapere il girone d’appartenenza. França, Alessandro, Ricciardo, Azzi, Borghese e Da Silva sono solo alcuni dei giocatori che vanno a comporre una rosa di assoluto livello per la categoria. Anzi superiore. L’inizio ha rispettato le attese, con 3 vittorie in altrettante partite e un solo gol subito, proprio la scorsa domenica contro il Sona. Altra partita risolta nel finale dai brianzoli. L’1-0 con Scanzorosciate e Virtus Ciserano Bergamo, e la vittoria, in inferiorità numerica, sui veneti, però non devono ingannare e far pensare che il Seregno sia partito a rilento (magari anche pensando anche al Mantova di inizio 2019-2020). Tutt’altro. La squadra di Franzini si è subito dimostrata quadrata, capace di grandi cose. Domani all’appello mancherà uno dei giocatori citati poco sopra, Danilo Alessandro, autore di 29 reti nelle ultime due stagioni con le maglie di Cesena e Città di Campobasso. In questo inizio di stagione i gol siglati invece portano 4 firme diverse, anche qui giocatori già menzionati come França, Ricciardo e Da Silva e il giovane Invernizzi, risolutore contro il Sona. 
Dall’altra parte del campo un Fanfulla che arriva al match dopo la sconfitta per 2-1 sul campo del Villa Valle e lo 0-0 precedente con la Real Calepina. Partite ormai passate però. E soprattutto che non devono essere utilizzate come indicatore della forza dei bianconeri che hanno comunque messo in campo buone prestazioni. La cornice della Dossenina, seppur spoglia vista la capienza al 15% del totale, 150 posti in tutto, darà un’ulteriore spinta al Guerriero, come sempre pronto a scendere sul terreno di gioco senza alcun timore reverenziale come afferma anche mister Ciceri.

“Il Seregno è attrezzato per dominare il campionato, a partire dal direttore sportivo Mavilla al mister Franzini, che reputo entrambi fuori categoria. Come peraltro l'organico, probabilmente il più forte di tutta la serie D. Di solito queste corazzate iniziano il campionato stentando un po’, loro invece sono partiti già lanciati.  Noi stiamo lavorando per diventare una squadra forte, non so quanto tempo ci vorrà ancora per esserlo davvero, ma sento che lo diventeremo.  Probabilmente questo test arriva un po’ presto nel nostro percorso, ma proprio perché non sappiamo ancora bene quanto valiamo, penso ci converrà giocare la partita senza paure e senza troppe remore”.

LE ALTRE PARTITE DEL GIRONE B:
Casatese-Brusaporto
NibionnOggiono-Sporting Franciacorta
Ponte San Pietro-Breno
Scanzorosciate-Villa Valle
Sona-Real Calepina
Virtus Ciserano Bergamo-Desenzano Calvina
Crema-Tritium (lunedì ore 20.30)
Vis Nova Giussano-Caravaggio (4 novembre)

Classifica: Seregno 9; Casatese 7; NibionnOggiono, Crema* e Caravaggio* 6; Real Calepina 5; Fanfulla, Villa Valle, Sporting Franciacorta, Vis Nova Giussano e Brusaporto 4; Tritium 3; Scanzorosciate, Desenzano Calvina e Breno 2; Sona e Virtus Ciserano Bergamo 1; Ponte San Pietro 0
*una partita in meno
#forzavecchiocuorebianconero