Articoli e Notizie

A TESTA ALTA E SENZA PAURA

06/03/2021



image

A TESTA ALTA E SENZA PAURA
È sicuramente il big match di giornata quello che vedrà domani il Guerriero impegnato sul campo del Seregno. Partita di cartello quella del Ferruccio, con la formazione di casa, che ha appena affidato la panchina a França dopo l’esonero di Franzini di poco più di una settimana fa, che è alla ricerca di punti importanti per continuare la caccia alla vetta della classifica persa proprio in concomitanza con l’addio dell’ex Piacenza. Bianconeri a loro volta pronti ad allungare la propria striscia positiva. Ma questa volta non con un pareggio, ma con il massimo bottino possibile.
Seregno che giusto nell’ultima giornata è tornata alla vittoria dopo due tonfi consecutivi che hanno fatto gran rumore con Scanzorosciate e Virtus Ciserano Bergamo. Il 2-0 sul Sona ha ridato punti e serenità ai brianzoli, alla prima affermazione del girone di ritorno. Inutile negarlo, Seregno che già a luglio 2020 era la strafavorita alla vittoria nel girone. La vera squadra da battere. E l’inizio era stato dei migliori con le vittorie con le due bergamasche sopracitate per 1-0 e l’ulteriore affermazione con i veneti. Alla quarta giornata la prima caduta proprio con il Fanfulla, un 2-0 firmato Brognoli-Qeros che ha fatto perdere l’imbattibilità ad un Seregno subito ripartito però con il 3-0 alla Vis Nova Giussano. Poi la seconda sconfitta con il Ponte San Pietro, 2-1 con pareggio e timbro definitivo bergamasco in pieno recupero, la vittoria sulla Tritium, ancora un 2-1 ma a favore, e il 3-2 subito nel big match con il Crema. Due vittorie consecutive, senza subire reti, con Breno e Caravaggio avevano dato nuova continuità, interrotta dal 4-2 subito dal NibionnOggiono. L’ultima sconfitta del girone d’andata però, perché poi dal 17 gennaio al 14 febbraio sono arrivati solo risultati positivi: vittorie con Real Calepina, Villa Valle, Brusaporto e Casatese, 4-2, 2-1, 1-0, 2-1, e pareggi con Desenzano Calvina e Sporting Franciacorta, 3-3 e 0-0, avevano permesso un mini allungo, vanificato però appunto dalle due sconfitte subite che hanno sancito l’addio di Franzini. A livello realizzativo, a guidare l’attacco è Alessandro a quota 12, il doppio delle marcature del secondo di squadra, Ricciardo, fermo a 6, a +1 da Da Silva. Più staccati invece Tentoni, a 2, Jimenez, Borghese, Invernizzi, França e Azzi, quest’ultimo passato al Lecco nel mercato invernale, tutti a 1, per un totale di 32 reti siglate, a fronte di 25 subite. 
Squadra di esperienza e talento il Seregno. Ma il Fanfulla non ha di certo timore e paura della formazione che si troverà di fronte. Non tocchiamo temi extracalcistici saliti agli onori delle cronache nelle ultime settimane, lasciamo parlare il campo. Ma ovvio che i bianconeri si aspetteranno un’accoglienza calda, data principalmente dal fatto che i padroni di casa puntano senza se e senza ma alla vittoria del girone e al ritorno tra i professionisti come ricorda mister Ciceri, costretto ad osservare i suoi dalla tribuna vista la giornata di squalifica da scontare. 

“Durante la settimana ho visto bene i ragazzi, molto, e quindi non posso che avere la massima fiducia in vista della partita di domani in cui avrò tutto l’organico a disposizione. Possiamo di certo dire la nostra in casa della favorita numero uno alla vittoria finale del campionato. Tornando all’andata, fu una gara molto combattuta, la tipica in cui ci esaltiamo, e siamo stati molto bravi e fortunati a portare a casa la vittoria. Una componente fondamentale quella volta fu la presenza dei nostri tifosi, purtroppo l’ultima allo stadio prima della chiusura dei cancelli. Un’accoglienza particolarmente calda ci attenderà dopo quanto successo nelle ultime settimane? Sinceramente non so, nel Seregno ho giocato e ricordo un ambiente molto tranquillo e signorile. Certo, con gli anni le cose cambiano, ma la mentalità e l’ideologia socioculturale di certe piazze calcistiche rimane sempre la medesima secondo me. Che poi in campo ci sia tensione è normale, siamo in una fase determinante della stagione ed entrambe le squadre si giocano tanto, soprattutto loro che hanno sempre dichiarato di voler portare a casa questo campionato. Da questo punto di vista forse è meglio che io sia in tribuna, visto che tra le mie doti principali non c’è certo quella di quietare gli animi”.

LE ALTRE GARE DEL GIRONE B:
Breno-Ponte San Pietro
Desenzano Calvina-Virtus Ciserano Bergamo
Caravaggio-Vis Nova Giussano
Real Calepina-Sona
Sporting Franciacorta-NibionnOggiono
Tritium-Crema
Villa Valle-Scanzorosciate
Brusaporto-Casatese (rinviata)

Classifica: Casatese 40; Seregno 38; NibionnOggiono 34; Brusaporto*, Desenzano Calvina e Crema 33; Fanfulla* e Real Calepina ** 28; Sporting Franciacorta 26; Virtus Ciserano Bergamo* 24; Breno* 23; Vis Nova Giussano* e Ponte San Pietro 22; Sona e Villa Valle 20; Tritium e Caravaggio 18; Scanzorosciate* 16
#forzavecchiocuorebianconero