Articoli e Notizie

GIORNATA BUIA

06/06/2021



image

GIORNATA BUIA
Tanta felicità per il ritorno dei tifosi sugli spalti, ma alla fine oggi a festeggiare alla Dossenina è il Caravaggio. Si sapeva che con i bergamaschi sarebbe stata dura. E così è stato, con i biancorossi che con il 2-0 finale proseguono la loro rincorsa verso la salvezza. Guerriero che invece esce sconfitto, ma nulla intacca il suo secondo posto nella giornata in cui invece il Seregno conquista l’accesso alla prossima Serie C.
Privo degli squalificati Anastasia e Pascali, mister Ciceri nell’undici iniziale inserisce Baggi come centrale al fianco di Serbouti, con Agnelli e Bernardini esterni. A centrocampo, oltre a Guerrini, ci sono Laribi e Bertelli, mentre in attacco il trio è composto da Qeros, De Angelis e Cirigliano. Caravaggio che risponde invece con un 3-4-2-1 con Bangal unica punta.

LA PARTITA
Inizio d’incontro con poche emozioni, con il Caravaggio che punta soprattutto sulle corsie esterno occupate da Viola e Lamesta. La prima emozione è quella che vale il vantaggio. Messaggi entra in area, ma la sua conclusione viene respinta da Cizza. Sulla ribattuta il più lesto è ancora il numero 7 biancorosso che insacca quindi per il vantaggio ospite. La reazione del Guerriero non si lascia attendere, con Qeros per vie centrali e Cirigliano che provano ad impensierire la retroguardia del Caravaggio. Proprio per Cirigliano però la partita finisce anzitempo. Al 38’, dopo un paio di sortite a firma Bertelli e Guerrini, il classe 2001 viene espulso a seguito di un giallo per simulazione e uno per un’entrata su Marku. Lo svantaggio numerico però dà nuova linfa al Fanfulla che ricomincia a premere. Al 40’ la conclusione di De Angelis è ampiamente respinta con il braccio, ma il direttore di gara lascia correre. Nel finale un’occasione per parte, con Vitali che respinge su Guerrini e Viola che chiama all’intervento Cizza.
Nella ripresa è solo Fanfulla nella fase iniziale, con De Angelis, Laribi e Qeros che ci provano con insistenza ma senza però trovare lo specchio. Il Caravaggio non è da meno, ma Bangal spreca una ripartenza mettendo altissimo. A dare ulteriore spinta ad un Guerriero che pigia sull’acceleratore nonostante qualche errore di troppo è anche Palmieri che per due volte chiama Vitali all’intervento in tuffo. Al 29’ la partita sembra poter cambiare definitivamente. Sul palo di Basanisi viene espulso Prati per fallo su Laribi (lo seguono anche mister Terletti ed un dirigente bergamasco). È ancora quindi dominio Fanfulla a livello di possesso palla, ma l’imbucata giusta non arriva mai, complice anche un Caravaggio che si chiude bene per poi ripartire. Al 33’ la Dossenina può esplodere sul colpo di testa di Spaneshi, ma il direttore di gara fischia fallo per una spinta di Serbouti. Cambio di fronte e Messaggi, Fumagalli e Basanisi hanno in sequenza la possibilità di andare in gol, ma la traversa, Cizza e la mira imprecisa non premiano i bergamaschi che invece, dopo una punizione di Qeros fuori di poco, al 44’ trovano il gol in contropiede con Messaggi che spiazza Cizza dando quindi spinta al Caravaggio negli ultimi 90’ della stagione, con il Guerriero che giocherà ancora un ruolo importante nella lotta salvezza vista la trasferta a Trezzo.