Articoli e Notizie

L’ULTIMO GIORNO DEL GUERRIERO

24/06/2021



image

L’ULTIMO GIORNO DEL GUERRIERO
Tanti abbracci, sorrisi, cori, premi e voglia di tornare a vedersi il prima possibile nell’ultimo giorno della stagione 2020-2021 del Fanfulla. Una giornata partita dal ritrovo pomeridiano alla Dossenina per la sgambata finale, con una partita che ha visto impegnati anche alcuni dirigenti. Non è voluto mancare nell’occasione don Peppino Bertoglio, guida spirituale del Guerriero che, nonostante non abbia seguito di persona la squadra con costanza come sempre viste le restrizioni, ha voluto fortemente esserci ieri. Un momento di saluto e riflessione rotto dal lungo applauso dei giocatori, da sempre grati della presenza di don Peppino sul campo.
Giocatori, dirigenza e staff si sono poi spostati alla Merenderia Meazza di via Nino dall’Oro per le premiazioni dei Fedelissimi Fanfulla. “Presentatore” di serata Maurizio Orcadi, presidente del Club degli storici tifosi bianconeri che ha voluto mantenere vivo il tradizionale appuntamento di fine stagione. Prima delle premiazioni il presidente Luigi Barbati ha voluto salutare tutti i presenti.

“Abbiamo vissuto un lungo anno, anche difficile. Ma le soddisfazioni raccolte sul campo ripagano tutto il lavoro fatto. Bello ritrovarsi qui con tutti voi tifosi e con la squadra, segno di un’unità che non è mai svanita nonostante gli stadi siano rimasti chiusi praticamente per tutto il campionato. Voi siete la nostra carica in più e chissà con la vostra presenza costante sugli spalti cosa sarebbe successo. Cercheremo di costruire per la prossima stagione un’altra squadra competitiva, sono ottimista per il futuro, non smetto di sicuro di lottare con lo spirito del Guerriero”.

Da qui, il via alle premiazioni. A partire dal miglior giovane, Davide Bernardini che ha ricevuto il premio offerto da Robert.one Trasporti direttamente dalle mani del fratello Stefano. È stato poi il turno di Ciro De Angelis che con i suoi 15 gol in 20 partite ha conquistato invece il trofeo di bomber dell’anno. Parlando sempre di reti, è di Franci Qeros secondo i tifosi del Fanfulla la marcatura più bella di questo 2020-2021. Per la precisione, ad essere considerato il miglior gol, trofeo offerto da Zoppetti Diego&C autotrasporti, è quello messo a segno nel 4-3 con il Crema, con una conclusione di destro terminata all’incrocio dei pali. Nella più classica delle tradizioni, non poteva mancare poi il premio allo Spirito Guerriero, premio offerto da Filatura Bisson,al giocatore quindi più combattivo. A spuntarla è stato Manuel Pascali. Presenti alla serata, come sempre quando si parla di Fanfulla, gli Ultimi Guerrieri che hanno voluto consegnare un riconoscimento speciale a capitan Stefano Brognoli. Altro caposaldo dell’appuntamento di fine anno, il premio al miglior giocatore offerto da Inoxfucine. Grande emozione alla consegna del riconoscimento da parte della storica tifosa Rosa Anelli, sempre presente sugli spalti con il marito Gerardo Bologna scomparso lo scorso anno. Tanti i giocatori avrebbero voluto premiare i Fedelissimi. Alla fine la scelta è ricaduta su Edoardo Cizza, autore di numerosi interventi di rilievo durante la stagione.
In conclusione, spazio anche ad un premio speciale, <<un premio che non daremo tutti gli anni, è destinato a chi dimostra cosa significhi essere Fanfullini dentro>>. A riceverlo ovviamente mister Andrea Ciceri, come sempre tra i più acclamati dalla tifoseria.
Serata che poi è proseguita al ristorante Rosetta, a Passerera di Capergnanica. Cena di saluto finale tra giocatori, dirigenza e staff. Con sorpresa, vista la visita di Dario Hubner, grande amico del presidente Barbati.
Si chiude quindi qui una stagione che rimarrà nella storia del Fanfulla, sia per la sua lunghezza sia, e soprattutto, per i grandi risultati raggiunti sul campo.
#forzavecchiocuorebianconero