Articoli e Notizie

VIETATO SBAGLIARE

08/01/2019



image

VIETATO SBAGLIARE
Archiviata la bella e larga vittoria di domenica sul Classe, nella nebbia che è tornata ad abbracciare il lodigiano oggi il Guerriero ha ripreso ad allenarsi in quel di San Martino in Strada. Dopo il periodo di feste Natalizie si riparte quindi con l’abituale programma d’allenamento con inizio della settimana di preparazione alla partita domenicale fissato al martedì. E il periodo che si apre è assolutamente di fuoco: Crema, Pavia e Fiorenzuola, rispettivamente settima, ottava e sesta in classifica. Tre partite d’alto livello, con squadre di blasone e qualità che potranno dire tanto sul futuro di un Fanfulla che sta disputando una grande stagione. <<Non si deve sbagliare – non esita a dire Luca Santonocito -. All’andata si sono fatti 7 punti su 9 disponibili. Bisogna fare lo stesso, anzi, meglio perché ne abbiamo le possibilità e le capacità>>. Ovviamente si pensa settimana dopo settimana, partita dopo partita, ma l’obiettivo è fissato. <<Saranno scontri diretti, con squadre molto forti – prosegue -. Questo trittico sarà una bella sfida per noi già a partire da domenica con il Crema, un derby sentito e che ci può dare punti e morale>>. Importante però è anche la vittoria appena conquistata con il Classe. <<Quella di domenica è stata la classica partita dura, difficile, in cui bisogna avere pazienza perché incontri squadre ostiche che danno tutto per conquistare punti vitali – aggiunge Santonocito -. Importante è stato vincere largamente per convincere alcuni scettici, così come non subire gol>>. Gli ultimi 180’ parlano infatti di zero gol al passivo e cinque all’attivo: numeri significativi <<e spero di iniziare a segnare anche io – conclude Santonocito sorridendo -. La concorrenza è tanta ora in attacco perché stanno rientrando tutti. È bello, stimolante, perché in allenamento si deve sempre dare il massimo, anche di più, per convincere il mister a schierarti sin dall’inizio. Ma diventa anche fondamentale quando si parte dalla panchina perché si scende in campo e bisogna subito essere utili alla causa>>.